Change privacy settings

“Tradimento una volta, tradimento sempre?” La teoria di Knopp

Quante sono le probabilità che dopo il primo tradimento, in una relazione, ce ne siano altri nelle relazioni successive?

È a questa domanda che risponde lo studio dell’Università di Denver chiamato proprio “Once a Cheater, Always a Cheater?”, condotto da Kayla Knopp insieme ai colleghi Shelby Scott, Lane Ritchie, Galena Rhoades, Howard Markman.

Il campione sul quale è stato effettuato lo studio comprendeva 1.294 uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 34 anni, impegnati in relazioni non troppo impegnative, e non sposati.

C’è una vasta letteratura sull’infedeltà nei rapporti coniugali, con una letteratura in crescita su quello che viene spesso chiamato coinvolgimento sessuale extra-diadico (ESI) nelle relazioni non sposate.

Il campione è stato seguito per cinque anni, su coloro che si erano lasciati e che avevano iniziato un altro rapporto, ed alla fine sono rimasti 484 individui.

Il 44% di questo campione ha riferito di aver avuto rapporti sessuali con una persona diversa dal partner attuale in una o più relazioni studiate. Inoltre, il 30% ha riferito di sapere di essere stato tradito.

Il 16% del campione, che dall’inizio dello studio in poi si era invece sposato, ha riferito di aver tradito il futuro coniuge prima del matrimonio.

Il 45% delle persone che ha tradito il proprio partner nella prima relazione ha riferito di averlo fatto anche nella seconda.

Se il tasso di rischio di infedeltà nel matrimonio è  generalmente del 20%, tra i non sposati aumenta in maniera esponenziale.

Se hai dubbi sul comportamento del tuo partner, noi possiamo aiutarti.
Contattaci. Siamo al tuo fianco nella ricerca della verità.

Tel. 0805020101
Numero verde: 800689849
Oppure clicca qui per prenotare una consulenza
Condividi

Dì la tua