Si è fedeli al partner o al sentimento che si prova per lui?

Vi siete mai posti questa domanda? E soprattutto, pensate che ci sia differenza?

Nelle relazioni d’amore la fedeltà ha un’importanza assoluta, costituisce la base del rapporto. Con il matrimonio questo valore acquisisce ancora più significato, ma per molti quello che dovrebbe essere un piacere sembra prendere le sembianze di uno sforzo, di un sacrificio.

La fedeltà per alcune persone è quasi insopportabile. Ma quando si prova un sentimento reale non si dovrebbe provare una sensazione di costrizione, ma di libertà: la fedeltà, se si ama, è una scelta spontanea, un atteggiamento naturale, leggero, e non un peso.

La fedeltà viene considerata da molti come possessione, come un impegno che poco ha a che fare con il sentimento. Queste persone tendono ad essere infedeli, perché non è l’amore a tenere saldi, ma il dovere.
Gli infedeli pensano alle occasioni perse, al divertimento che non possono concedersi, più che alla felicità che hanno e che condividono con la persona che hanno accanto.

La fedeltà non dovrebbe essere una convenzione culturale. È il sentimento il motivo, non le conseguenze che derivano dal non essere fedeli.

L’infedeltà è il primo segnale di un sentimento che vacilla. Per questo bisogna intervenire subito, verificando ogni dubbio, e prendere le opportune decisioni.

Se hai dubbi sul comportamento del tuo partner, noi possiamo aiutarti.
Contattaci. Siamo al tuo fianco nella ricerca della verità.

Tel. 0805020101
Numero verde: 800689849
Oppure clicca qui per prenotare una consulenza

 

Fonte: lamenteemeravigliosa.it

Condividi

Dì la tua

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi