Quali sono le differenze tra separazione e divorzio?

Per molti separazione e divorzio sembrano essere sinonimi. Ma non è così. La separazione non necessariamente deve essere seguita dal divorzio, mentre per il divorzio è necessario prima separarsi.

Il matrimonio, quindi, può dirsi realmente terminato solo dopo aver divorziato, con il venir meno di ogni diritto – e di ogni dovere – legato a questo vincolo.

Ma quali sono le differenze tra separazione e divorzio?

Innanzitutto dopo la separazione non ci si può risposare. Si può invece porre fine alla convivenza, e non si devono più rispettare i doveri coniugali, come anche il dovere di fedeltà. Non si è più tenuti ad assistere l’altro materialmente e moralmente, né a collaborare per il bene della famiglia.

Con il divorzio, invece, il vincolo matrimoniale viene sciolto definitivamente, per lo Stato ma non per la Chiesa (per chi ha celebrato anche il matrimonio religioso).

Altre differenze: con la separazione i coniugi posso scegliere in qualsiasi momento di tornare insieme, recuperando diritti e doveri, mentre col divorzio, se si sceglie di ricongiungersi, è necessario anche risposarsi.
Con la separazione il coniuge più debole può ottenere l’assegno di mantenimento, per il mantenimento dello stesso tenore di vita, mentre per il coniuge divorziato esiste l’assegno di divorzio, che è diverso da quello di mantenimento perché presuppone il fatto che il coniuge che ne beneficia abbia dovuto fare delle rinunce per permettere all’altro coniuge di realizzarsi professionalmente ed economicamente. In ogni caso, il coniuge economicamente più forte, può corrispondere in un’unica soluzione, con la liquidazione una tantum, la somma dovuta, invece dell’assegno.

Ancora, se uno dei coniugi separati percepisce una pensione, alla sua morte al coniuge in vita spetta la pensione di reversibilità.

Il coniuge separato non ha diritto ad alcuna quota se l’altro riceve il TFR (trattamento di fine rapporto), mentre l’ex coniuge, divorziato, ne ha diritto, se è titolare dell’assegno di divorzio e se non si è risposato.

Infine, il coniuge separato ha diritto all’eredità del coniuge defunto, mentre il divorzio fa venire meno tutti i diritti ereditari.

Per quanto riguarda invece i figli, sia in caso di divorzio che di separazione, i genitori sono obbligati a provvedere al loro mantenimento, in base alle loro possibilità economiche. I diritti ereditari restano inalterati.

Nei casi di infedeltà, di divisioni patrimoniali e di eredità controverse, le indagini private forniscono prove ed elementi utili ai fini della migliore risoluzione di ognuno dei casi succitati e per stabilire le responsabilità di ognuno.

Siamo al tuo fianco nella ricerca della verità.

Tel. 0805020101
Numero verde: 800689849
Oppure clicca qui per prenotare una consulenza

 

Fonte studiolegaleritarossi.it

Condividi

Dì la tua

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi