La fiducia ai tempi del Coronavirus

Nel contesto in cui viviamo, in questi giorni, fatto di misure restrittive necessarie, la nostra quotidianità cambia radicalmente.
Inevitabile che, in qualche modo, a risentirne possa essere la nostra sfera affettiva, anche sul piano dell’intimità.

Se è vero che in molti, purtroppo, infrangono le regole per incontrare amanti e fidanzati, prendendo sottogamba il rischio procurato, altri invece rispettano le disposizioni restando a casa, sì, ma intessendo una fitta rete di conoscenze online, pur essendo sposati o impegnati seriamente in una relazione.

Il pericolo qual è? In realtà le opzioni più frequenti sono due: l’impeto del momento, l’adrenalina che dà la conoscenza di una nuova persona, con la quale si hanno molti punti in comune, con la quale si fa una conversazione quotidiana, può portare i più irresponsabili a compiere gesti azzardati, oggi contro la legge, come raggiungere quella persona per incontrarla fisicamente, e non più dietro uno schermo. La seconda opzione è coltivare la nuova conoscenza in vista di tempi migliori, una specie di “premio” che si aspetta dopo il periodo di isolamento.

Come sappiamo, spiare un cellulare, le conversazioni WhatsApp o Facebook di una persona è un reato punibile dalla legge, ma monitorare i movimenti di qualcuno, seguirlo negli spostamenti, è possibile, lecito e anche necessario, a volte, se a farlo è un’agenzia investigativa come la nostra, autorizzata perché provvista di Licenza Prefettizia.

Se sospetti, quindi, che anche in questo clima di maggiore attenzione, il tuo partner stia utilizzando delle scuse per uscire, come quella di fare la spesa, di portare a spasso il cane, di andare in farmacia, e tutto ciò che da disposizioni è possibile fare, ma non credi che si stia davvero attenendo alle regole, non aspettare oltre. Difendi la salute e l’integrità della tua famiglia.

Contattaci al numero verde: 800689849

Siamo al tuo fianco nella ricerca della verità.

 

Condividi

Dì la tua