Foto e video dei figli minori sui social. Sono sempre consentiti?

Abbiamo ricevuto, in quest’ultimo periodo, alcune richieste di genitori che chiedevano il supporto dei nostri investigatori privati esperti in web intelligence per ottenere le prove delle pubblicazioni effettuate sui social network dagli ex coniugi, raffiguranti i figli minorenni.

Molte sono le norme italiane ed internazionali che tutelano l’immagine e la dignità dei minori di 14 anni,  e per pubblicare foto e/o video che li riguardano è necessario il consenso di entrambi i genitori.

Se tale consenso non viene prestato da uno dei genitori, egli potrà procedere legalmente per chiedere la rimozione delle foto del minore pubblicate dall’altro genitore, e per farlo è sicuramente utile raccogliere le prove delle avvenute pubblicazioni grazie all’intervento di una agenzia investigativa autorizzata specializzata in web intelligence, e nello specifico in attività di OSINT e SOCMINT. Tutte le informazioni raccolte all’interno del web vengono cristallizzate nel tempo dagli investigatori tramite software specifici che permettono di conservare l’informazione anche qualora venisse cancellata.

Prendiamo come esempio l’Ordinanza del 30 agosto 2021 del Tribunale di Trani, che tratta il caso di un padre che ha chiesto che la ex moglie rimuovesse i video e le foto della figlia minorenne da TikTok, vietando alla stessa di pubblicare in futuro altri post sulla minore senza il suo consenso.

Il Giudice ha accolto il reclamo dell’uomo, ordinando alla madre della bambina la cancellazione immediata dei contenuti social riferiti alla minore, con un ammenda di 50€ per ogni giorno di ritardo nella cancellazione (art. 614 bis c.p.c) da versare sul conto della minore, e di diffondere in futuro sue immagini e dati senza il consenso del padre.

Secondo il Tribunale, infatti: “l’inserimento di foto di minori sui social network costituisce comportamento potenzialmente pregiudizievole per essi in quanto ciò determina la diffusione delle immagini fra un numero indeterminato di persone, conosciute e non, le quali possono essere malintenzionate e avvicinarsi ai bambini dopo averli visti più volte in foto online, non potendo inoltre andare sottaciuto l’ulteriore pericolo costituito dalla condotta di soggetti che taggano le foto on-line dei minori e, con procedimenti di fotomontaggio, ne traggono materiale pedopornografico da far circolare fra gli interessati. Dunque, il pregiudizio per il minore è insito nella diffusione della sua immagine sui social network sicché l’ordine di inibitoria e di rimozione va impartito immediatamente.”

La Convenzione di New York del 1989 ratificata dall’Italia con L. n. 176/1991, all’art. 1 prevede l’applicazione delle norme della convenzione ai minori di anni diciotto; all’art. 16 stabilisce che “1. Nessun fanciullo sarà oggetto di interferenze arbitrarie nella sua vita privata, nella sua famiglia, nel suo domicilio o nella sua corrispondenza e neppure di affronti illegali al suo onore e alla sua reputazione. 2. Il fanciullo ha diritto alla protezione della legge contro tali interferenze o tali affronti.”

L’ art. 8 del Reg. 679 /2016 (entrato in vigore il 25.5.2018) considera l’immagine fotografica dei figli come un dato personale, ai sensi dell’art. 4, lett. a), b) c) del c.d. Codice della Privacy (D.Lgs n. 196/2003) e la sua diffusione integra un’interferenza nella vita privata. Nel caso di minori di anni sedici occorre il consenso alla pubblicazione da parte di entrambi i genitori e di comune accordo, senza arrecare pregiudizio all’onore, al decoro e alla reputazione dell’immagine del minore (art. 97 L. n. 633/41)

L’art. 2 quinquies del D.Lgs. 101/2018 fissa però il limite di età da applicare in Italia a 14 anni.

Se ti trovi in una situazione di questo tipo, contattaci.
Siamo al tuo fianco nella ricerca della verità.
Tel. 0805020101
Numero verde: 800689849

Oppure chiedi una consulenza cliccando qui.

 

Fonte: studiocataldi.it

Condividi

Dì la tua

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi