Fino a quando va mantenuto il figlio laureato?

Se il giovane laureato dimostra di non riuscire a trovare un lavoro per cause che non dipendono dalla sua volontà, allora ha diritto al mantenimento da parte dei genitori. Questo è quello che dice la legge.
I genitori hanno l’obbligo di mantenere il figlio fino al raggiungimento dell’indipendenza economica.
In caso di separazione o divorzio, se non si raggiunge un accordo tra gli ex coniugi sul mantenimento dei figli, sarà il giudice a decidere chi dei due genitori dovrà corrispondere all’altro l’assegno di mantenimento per coprire le spese ordinarie del figlio, calcolando l’importo dell’assegno in base a tre fattori:

  • il tenore di vita di cui il figlio ha goduto durante la convivenza con i genitori e le sue attuali esigenze educative;
  • i redditi dei genitori;
  • il tempo che il figlio trascorre con ciascun genitore.

L’obbligo di mantenere i figli maggiorenni, che hanno concluso il loro percorso di studi, ha però dei limiti. Infatti la giurisprudenza ha di recente chiarito che il figlio, in attesa di una occupazione idonea alle sue propensioni e formazione, deve comunque attivarsi per trovare un’alternativa occupazionale che gli permetta di autosostenersi.

In ogni caso, superati i 30 anni d’età, il figlio dovrebbe avere le capacità di mantenersi da solo, a meno che non riesca a dimostrare di aver cercato un’occupazione e di non averla trovata per cause di forza maggiore.
Se il genitore che versa l’assegno di mantenimento scopre che invece il figlio lavora, percependo un’idonea retribuzione, può rivolgersi al giudice per accertare l’autosufficienza economica del figlio, e per farlo può avvalersi anche delle prove raccolte da una agenzia investigativa, che possa testimoniare l’attività lavorativa svolta dal ragazzo attraverso le dovute indagini.
Infine, se un figlio si dimostra svogliato e disinteressato nella ricerca di un lavoro, o se addirittura rifiuta delle offerte per pigrizia, senza una vera ragione, allora non ha diritto ad alcun mantenimento, poiché la mancata indipendenza economica è frutto della sua scarsa volontà.

 

Se ti trovi in una situazione di questo tipo, contattaci.
Siamo al tuo fianco nella ricerca della verità.
Tel. 0805020101
Numero verde: 800689849

Oppure chiedi una consulenza cliccando qui.

Fonte: laleggepertutti.it

 

Condividi

Dì la tua

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi