Cassiera prende i soldi senza battere lo scontrino: arrestata

È successo in un supermercato della provincia di Lecce, dove una cassiera incassava i soldi dei clienti, senza battere loro lo scontrino. La donna è stata arrestata in flagranza di reato, in seguito alla segnalazione del direttore del supermercato, allertato più volte dai clienti, che non trovavano mai gli scontrini nelle loro buste della spesa.

Secondo le indagini svolte la donna aveva ormai “collaudato” un metodo per intascare il denaro: passava i prodotti sullo scanner per inserirli in lista, ed al momento di ritirare i soldi dai clienti annullava l’operazione, in modo che non fosse tracciabile nel registratore di cassa, faceva finta di stampare lo scontrino e di inserirlo in busta, tenendo invece per sé le somme dovute.

Non è ovviamente un caso isolato, ma è un illecito purtroppo molto diffuso. Molti datori di lavoro che sospettano dei loro dipendenti, infatti, richiedono l’intervento delle agenzie investigative specializzate in indagini aziendali, che possano effettuare dei controlli sugli addetti degli incassi. Per farlo vengono effettuate delle verifiche programmate, spesso a cadenza regolare (mensile o trimestrale) ed a seguire viene stilato un report che raccoglie le prove dell’illecito in atto, utilizzabile, dal datore di lavoro, in fase di giudizio.

Se ti trovi in una situazione di questo tipo, contattaci.
Siamo al tuo fianco nella ricerca della verità.
Tel. 0805020101
Numero verde: 800689849

Oppure chiedi una consulenza cliccando qui.

Fonte: quotidianodipuglia.it

 

Condividi

Dì la tua

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi